Sbrocca: possiamo cambiare in meglio il volto di Termoli, facciamolo insieme.

Il progetto di riqualificazione del centro di Termoli è probabilmente la più importante iniziativa amministrativa per la città degli ultimi anni. Siamo convinti della bontà del progetto, ma siamo anche desiderosi che tutti i cittadini possano informarsi, proporre le proprie valutazioni, partecipare al processo di confronto che abbiamo organizzato. 

Chiusa la prima fase di un impegnativo percorso amministrativo, ora è possibile aprirci al dialogo e al confronto con i tutti i termolesi, grazie allo strumento del Dibattito Pubblico, un metodo di democrazia partecipata innovativo, inclusivo e propositivo.

L’ambizioso progetto di riqualificazione del centro renderà Termoli una città pronta ad affrontare le sfide urbanistiche e turistiche dei prossimi decenni e darà impulso economico e occupazionale al nostro territorio. Con unico intervento a consumo di suolo zero riqualificheremo via Roma, Piazza Sant’Antonio e Pozzo Dolce. Renderemo così il centro di Termoli una delle più grandi aree pedonali senza barriere architettoniche d’Italia, con un’arena musicale all’aperto, uno spazio giochi per i bambini e punti di bike sharing e car sharing per rendere effettiva quell’idea di mobilità intermodale che abbiamo in mente. Un parcheggio sotterraneo sotto Piazza Sant’Antonio, un’auditorium, un’area commerciale e un’area ricettiva completeranno il progetto che renderà il fronte nord di Termoli un nuovo luogo di aggregazione e socialità. Tutto questo sarà possibile grazie alla trasformazione della viabilità attraverso la realizzazione del passante sotterraneo che unirà il porto al lungomare nord. Questa è l’unica parte della riqualificazione finanziata con fondi pubblici regionali. Il resto delle opere sarà esclusivamente un investimento del soggetto privato che si è aggiudicato il bando di project financing.”

“Questo progetto è ora disponibile al giudizio della città. Dal 1° settembre al 30 novembre Termoli per la prima volta sperimenterà un processo di partecipazione democratica attraverso lo strumento del Dibattito Pubblico. L’obiettivo è quello di informare, recepire le osservazioni e le istanze dei cittadini e far partecipare tutti al processo di miglioramento della nostra città.

Per rendere il processo il più partecipato possibile abbiamo previsto una una campagna di informazione, che prevede un sito internet dedicato, 15.000 brochure distribuite a tutte le famiglie di Termoli, banner sui siti informativi della città, un profilo Facebook. Vogliamo informare tutti i termolesi dell’opportunità di essere protagonisti attivi di questo processo di consultazione pubblica.